Ismaele dice :« ...
andarmene un pò per mare, a vedere la parte del mondo ricoperta dalle acque. È uno dei miei sistemi per scacciare la tristezza e regolare la circolazione del sangue. Ogniqualvolta mi accorgo che la ruga attorno alla mia bocca si fa più profonda; ogniqualvolta c'è un umido tedioso novembre nella mia anima...; e, specialmente, ogniqualvolta l'insofferenza mi possiede a tal punto che devo far appello a un saldo principio morale per trattenermi dal discendere in strada e buttar giù metodicamente il cappello di testa ai passanti, giudico allora che sia venuto il momento di prendere il mare al più presto possibile...»
Io, Morquan, prendo il mare con il mio kayak rosso.

17 dicembre 2009

OP...là!


...OP...OP...OP
zompetto giulivo


in viso rosso come il mio kayak.

Come spesso i miei occhi ultimamente.


Grazie Ugo.
Thank you Richard.

1 commento:

Fabio ha detto...

Un blog profondo pregno di vita che ti rilascia sottili emozioni fino a pretenderne altre e quindi tornare.
complimenti !!! se poi le foto escono dalla tua fotocamera ..non ho parole il solo blog è sprecato, corri da un editore e avvisami che il primo libro lo compro io :-) ciao Fabio